Sabato 10 marzo mi sono alzata di buona lena, pur essendo fine settimana, momento in cui solitamente resto a letto “ancora cinque minuti” dopo una settimana lavorativa. Quel giorno però iniziava il Cartoomics, un evento che avevo a lungo atteso, e così uscii di casa in breve tempo.

Il Cartoomics, da me amato quasi quanto il Natale, è una manifestazione annuale di carattere ludico-culturale che coinvolge alcune forme di intrattenimento: libri, film, fumetti, serie televisive, videogiochi, giochi da tavolo e tanto altro ancora. Tematiche che anche quest’anno sono tornate a ricoprire un ruolo centrale, con un evento che ha richiamato un vasto pubblico proveniente da tutta Italia.

Dal 2009 Cartoomics si svolge a Fiera Milano Rho, uno spazio espositivo molto ampio in grado di accogliere un grande numero di visitatori. Si tratta di un appuntamento a cui non manco dai primi anni del 2000, perché mi permette di incontrare diverse figure di spicco. Scrittori, registi, fumettisti ed editori sono infatti alcuni dei protagonisti di questa fiera, ed è possibile incontrarli anche grazie alle numerosissime rassegne (Agorà).


L’articolo completo puoi leggerlo all’interno del numero di Plaidy Magazine qui sotto.